Scienze Motorie: la campionessa Cecilia Camellini docente per un giornoVersione stampabile


immagine sinistra

Otto lezioni, ognuna con docenti diversi, ma tutte dedicate al nuoto paralimpico: è stata la proposta di attività didattica elettiva (ADE) del Corso di Laurea in Scienze Motorie, dal titolo “Dalla scuola nuoto all'alta prestazione: adattamenti acquatici per portatori di deficit motori, sensoriali ed intellettivi”.

Otto lezioni che hanno portato alla luce varie tipologie di disabilità, dalla sensoriale all'intellettivo-relazionale, fino alla motoria, e come queste vengano affrontate concretamente negli allenamenti e nelle gare in piscina. Un percorso didattico promosso dal Professor Paolo Malinconi e che è servito agli studenti di Scienze Motorie a capire quali possano essere, nel concreto, i loro potenziali sbocchi lavorativi. Perché, troppo spesso, il mondo paralimpico non è contemplato nella connessione tra mondo accademico e quello lavorativo.

Sono state otto lezioni che hanno riscosso un notevole successo in termini di partecipazione e che si sono chiuse con un'ospite d'eccezione: Cecilia Camellini, campionessa paralimpica di nuoto a Londra 2012. La Camellini, accompagnata dal proprio tecnico, Alessandro Cocchi, ha spiegato alla giovane platea difficoltà e percorsi di un non vedente nel suo approccio al nuoto, fino ad arrivare ai massimi livelli. Due ore di argomentazioni che hanno incollato gli studenti alle loro sedie del complesso universitario di Viale Morgagni a Firenze, facendo emergere l'umanità e la grande forza di volontà di una campionessa come Cecilia.

 

Nella foto: Cecilia Camellini, insieme al proprio allenatore, Alessandro Cocchi, mentre spiega difficoltà e tecniche, negli allenamenti di nuoto, per un non vedente



06/05/2015


SportHabile  logo

Profilo Facebook

Partner

  • prosperius
  • Micheletti
  • CooperHabile
  • E-creative
  • Zanaga

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Settembre  >>
LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930


Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico