Scherma paralimpica: ad Ancona bis per Biagini e SeravalliVersione stampabile


immagine sinistra

Lo scorso weekend (17-18 dicembre) si è svolta ad Ancona la Prima Prova Nazionale di scherma paralimpica e di scherma per non vedenti. Ancora una volta gli atleti toscani ci hanno regalato soddisfazioni. Nel fioretto femminile A secondo posto per Letizia Baria della Chiti Scherma Pistoia, sconfitta in finale dall’olimpionica Andreaa Mogos. Nella categoria B invece vince Alessia Biagini del Club Scherma Pisa Antonio di Ciolo. Nel fioretto maschile terzo posto per Alberto Morelli del Cus Siena nella categoria A, mentre Martino Seravalli dell'Accademia Scherma Livorno si è imposto nella categoria C.

Spada: in ambito femminile Michela Pierini, reduce dal Campus Paralimpico, portacolori della Società Schermistica Grossetana arriva terza nella categoria A, assieme a Letizia Baria. Nella categoria B invece ripete il successo del fioretto Alessia Biagini. Tra gli uomini terzo posto nella categoria B per Michele Vaglini del Club Scherma Pisa Antonio di Ciolo, mentre nella categoria C, successo bis di Martino Seravalli dell'Accademia Scherma Livorno.

Per quanto riguarda la sciabola due terzi posti per i toscani: nella categoria A bronzo ancora per Morelli, mentre nella categoria C terzo posto all’esordio per il giovanissimo Indrit Gjonku, anche lui reduce dal Campus Paralimpico e portacolori della Fides Livorno.

Nella spada maschile non vedenti, successo invece per Lorenzo Ballini della Polisportiva Attraverso di Firenze, che in finale ha superato Roberto Realdini del Cs Navacchio. Terzo posto per Danilo Malerba della Polisportiva Attraverso di Firenze.

Nella foto Michela Pierini e Letizia Baria sul podio della spada femminile.



22/12/2016


SportHabile  logo

Profilo Facebook

Partner

  • prosperius
  • Micheletti
  • CooperHabile
  • E-creative
  • Zanaga

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Settembre  >>
LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930


Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico